25 ANNI DI REBEL SALUTE: THE PRESERVATION OF REGGAE

0
1072

La prossima edizione del Rebel Salute celebrerà il 25° anniversario di quello che nel frattempo è diventato tra i festival più amati dal pubblico.

Edizione che è stata presentata con tutti i crismi in queste settimane a Montego Bay, appuntamento nel quale prima di tutto si sono voluti lanciare gli slogan che caratterizzeranno il grande concerto, “The Preservation Of Reggae” e “The People’s Show”.

12 e 13 gennaio, queste le date fissate per il Rebel Salute, che si terrà ancora una volta al Grizzly’s Plantation Cove, St Ann. Durante la presentazione non si sono trascurate le evidenti e benefiche ricadute economiche che l’evento ha sull’intera economia jamaicana sia in termini diretti che di indotto.

Ma è evidente che resta la musica al centro di tutto con la conferma della mission del concerto, quella di preservare la cultura e tutte le espressioni musicali che si sono avute negli anni, dallo ska al rocksteady e naturalmente il roots reggae.

“In questo periodo in cui la nostra cultura viene erosa da ogni sorta di cose, ci siamo lamentati un tempo dell’influenza della cultura nordamericana, ma in questi giorni, con i social media, dobbiamo essere più vigili. Perciò voglio dire ai miei artisti fratelli e sorelle che se ottieni un talento dall’Altissimo, usalo per compiacerlo; usalo in modo positivo” ha dichiarato Tony Rebel, che quel festival lo ha messo in scena per la prima volta nel lontano 1994 per festeggiare il suo compleanno.

Third World, JC Lodge, Richie Spice, Jahvinci, Bugle, Bushman, Lutan Fyah, Cocoa Tea, Big Youth, Queen Ifrica, Barrington Levy, Freddie McGregor, Ding Dong, Leroy Sibbles, Capleton, Elephant Man, I-Wayne, Gyptian, Althea and Donna, Pinchers, Romain Virgo, I-Octane, questi alcuni dei nomi presenti nel sempre ricco lineup.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here