BEENIE MAN “IL TITOLO DI “KING OF DANCEHALL” MI APPARTIENE”

Prima Rihanna e poi Drake, due artisti di fama internazionale che nelle loro recenti produzioni non nascondono la passione per le sonorità dancehall.

Lo fanno in maniera esplicita, riprendendo sonorità dal passato, quelle più autenticamente jamaicane e non lo nascondono perché nelle numerose dichiarazioni rilasciate in questi mesi confermano il loro amore per il sound prodotto nell’isola.

Anno questo 2016 nel quale si è riacceso anche il dibattito su chi sia realmente “King Of Dancehall”, ne esiste uno o diversi a seconda delle generazioni? Tutti temi sui quali si confronta Beenie Man in una recente intervista, che parte dal racconto di come la sua strada si sia incrociata con quella di Drake, tanto che il singolo “Controlla” dopo essere apparso in rete con il feautiring di Popcaan, è stato inserito nell’album con una version diversa, che vede appunto la presenza di Beenie Man.

D’altronde “Controlla” altro non è che un rifacimento di “Tear Off Mi Garment”, vecchio brano proprio del The Doctor. “Non sono sorpreso da questa voglia di dancehall che il mondo sta esprimendo ne mi meraviglia che molti artisti di fama internazionale vogliano farla, questo accade sin dalla foundation” – racconta Beenie Man.

Eppure gli artisti che la dancehall la fanno per mestiere faticano ancora a trovare spazio, in testa alle classifiche ci vanno Rihanna e Drake, chissà se la stessa sorte avrà “Unstoppable”, l’album al quale Beenie Man sta lavorando in attesa di lanciarlo quanto prima:

“Il problema è che la musica è jamaicana ma possono farla anche gli americani, che poi nella promozione sono di gran lunga superiori a noi”.

Sterile dunque la polemica che in queste settimane ha voluto alimentare Mr Vegas, che ha chiaramente definito Drake un “fake” musicale:

“Probabilmente Mr Vegas è solo arrabbiato perché nessun grande artista riprende qualche suo pezzo” – questo il sibillino commento del Doctor.

Ultimo passaggio dell’intervista affronta il titolo del nuovo album di Vybz Kartel, “King Of The Dancehall”.

“E’ solo un titolo, io sono stato incoronato Re della dancehall, il titolo è mio, poi è giusto che ogni generazione abbia un suo ambasciatore che il genere lo spinge più di altri. E poi un vero re deve essere libero, parlare con la gente e portare in giro la sua musica, non mi sembra Kartel stia facendo ciò in questo periodo”.

Sullo stesso argomento qualche giorno prima, si era espresso anche Bounty Killer: “Penso che ogni generazione abbia il suo re e in questo momento è indubitabile che chi sta ottenendo più successo è Vybz Kartel”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fa sempre bene un po di matematica !! * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.