BUNNY WAILER: 70 ANNI DA FESTEGGIARE CON IL WAILERS MUSEUM

Per la leggenda vivente Bunny Wailer il giorno del suo compleanno ha sempre il sapore un po amaro.

Il 10 aprile del 1991 moriva, infatti, suo padre così che che anche quando ha compiuto questa settimana 70 anni, l’artista il primo pensiero ha voluto dedicarlo proprio a colui che resta una imprescindibile figura di riferimento.

Eppure per Jah B questo importante anniversario andava segnato con un evento significativo, l’ufficialità dell’apertura del suo museo a Kingston, così da completare con quelli dedicati a Peter Tosh e Bob Marley, l’intera eredità musicale, spirituale e culturale di un gruppo come i Wailers. Non l’uomo dunque ma quella che lui considera una vera e propria famiglia nata e cementatasi nelle strade polverose di Trench Town. Per questo Bunny vuole che questo museo raccolga le testimonianze più di un collettivo che di una singola persona perché i primi anni trascorsi insieme sono stati cruciali per il destino suo, di Peter e di Bob.

Non mancherà per questo importante 70° anniversario, un omaggio che sia dedicato solo ed esclusivamente alla grandezza musicale di Bunny Wailer con un concerto che potrebbe tenersi al National Stadium di Kingston e per il quale lo stesso artista ne sta discutendo con Babsy Grange, l’attuale ministra della cultura.

Lo scorso anno un’altra importante ricorrenza lo ha riguardato, il quarantennale dall’uscita di “Blackheart Man”, suo primo album da solista e assolutamente cruciale per la musica reggae.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fa sempre bene un po di matematica !! * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.