Invito ai Sound System per MILLION MARIJUANA MARCH @ ROMA

0
1013

La line-up degli Artisti che si esibiranno sul carro principale della MMM è completa, pertanto invitiamo tutte le realtà a noi affini che volessero partecipare – organizzando carro proprio – a contattarci via email al seguente indirizzo: giornatamondiale@millionmarijuanamarch.info

19a Edizione Italiana MILLION MARIJUANA MARCH – Roma, Sabato 11 Maggio 2019
Da 19 anni manifestiamo in piazza, a Roma ed in centinaia di altre città nel resto del mondo, per rivendicare a gran voce tre punti globalmente condivisi:
Fine delle persecuzioni legali e sociali nei confronti delle persone che assumono cannabis;
Accesso incondizionato all’utilizzo terapeutico da parte di tutti i pazienti;
Riappropriazione del diritto di poter legittimamente coltivare una pianta che appartiene al patrimonio botanico del pianeta e quindi all’umanità intera.

In tutti questi anni, abbiamo assistito all’avvicendarsi in Italia di Governi di ogni tipo, da Destra a Sinistra, ma nulla è cambiato, se non in peggio. Oltre ai danni delle politiche proibizioniste, siamo stati costretti anche a subire la beffa delle continue promesse pre-elettorali di chi, puntualmente, dopo essersi accomodato sulla propria poltrona a palazzo, nel migliore dei casi ha fatto marcia indietro e, nel peggiore, ha compromesso ulteriormente la situazione.
Una vergognosa costante a cui non ha fatto eccezione nemmeno l’attuale Governo del cambiamento, promotore di tante iniziative e proposte di legge per la legalizzazione della Cannabis quando era all’opposizione, ma che una volta insediato come primo partito eletto, in controtendenza mondiale, ci ha subito riportati indietro di decenni, affidando la Delega per la lotta alle tossicodipendenze al leghista Lorenzo «Tolleranza Zero» Fontana, un proibizionista e reazionario della peggior specie, intenzionato solamente a gettare altra benzina sul fuoco e dare libero sfogo al proprio (antiscientifico) furore ideologico.

Tuttavia, nonostante la Cannabis sia severamente vietata dalla Legge e vengano prospettate ulteriori ondate di repressione, fuori dal palazzo si stima che nel nostro Paese siano circa 6 milioni le persone che ne fanno un utilizzo regolare, per finalità terapeutiche o semplice piacere, a dimostrazione di come essa rappresenti un prodotto con una diffusione paragonabile a quella di frutta e verdura, ma con una grandissima ed agghiacciante differenza: la coltivazione di questa pianta e quindi il mercato non sono mai stati regolamentati !

Così, mentre le Forze dell’ordine sono costrette a dare la caccia ai cittadini «trasgressori» (circa l’80% dei sequestri di «droga» riguardano la piccola detenzione di Cannabis) ed i tribunali si intasano di processi inutili e le carceri si riempiono di gente che ha coltivato qualche pianta per sottrarsi al mercato nero e, le mafie fanno cassa e ringraziano!
Per quanto ci riguarda, abbiamo sempre denunciato questa assurda situazione e continueremo a farlo senza timore di risultare ripetitivi e senza farci mai logorare dall’immobilismo politico, pervasi dalla convinzione che un REALE CAMBIAMENTO non solo sia possibile, non solo risulti sempre più urgente e doveroso da parte delle Istituzioni, ma è soprattutto inevitabile in ogni Paese che davvero aspira a potersi definire civile, indipendente e distante dagli inconfessabili interessi delle collusioni mafiose.

La nostra è una marcia pacifica e particolarmente festaiola che, però – ATTENZIONE – non si limita a dissacrare e contestare il proibizionismo, ma che intende superarlo attraverso proposte concrete, sociali e legislative, quest’anno contenute in un Manifesto per la Cannabis libera redatto e sottoscritto da numerose realtà antiproibizioniste su tutto il territorio nazionale e già sottoscritto da migliaia di singole persone: www.manifestocannabislibera.it

Siamo certi che i governi, finora sordi alle nostre richieste, non potranno rimanere ancora a lungo indifferenti se la partecipazione a manifestazioni come la Million Marijuana March ed altre simili sarà tale da rappresentare, almeno in parte, il numero reale delle persone costrette a subire le conseguenze di una legge oggettivamente a favore degli interessi delle mafie e delle grandi multinazionali, oltre che a discapito della collettività.
Collettivo MMM Italia

APPELLO
Sabato 11 maggio la presenza di ognuno di noi a Roma sarà preziosa e farà differenza, pertanto invitiamo gli interessati ad iscriversi alla nostra pagina su Facebook, restando aggiornati ed aiutandoci a diffondere il più possibile la data:
https://www.facebook.com/events/488681925000800/
Tutte le realtà antiproibizioniste ed i singoli che desiderano collaborare / partecipare attivamente alla realizzazione ed allo svolgimento della marcia, possono contattarci al seguente indirizzo e-mail:
giornatamondiale@millionmarijuanamarch.info

NOTA BENE: Per i Sound System che desiderano intervenire con proprio carro allegorico:
1) NO SPONSOR / VENDITA CANAPA LIGHT
2) NO TECNO, BREAKBEAT, DNB E/O ALTRI SOTTOGENERI
Nelle ultime 2-3 edizioni ci siamo adoperati affinchè la MMM acquisisse sempre più i connotati di una manifestazione e sempre meno quelli di una street-parade, cercando di preservarne lo spirito antiproibizionista a tutto tondo, ma facendo in modo da limitare gli spiacevoli effetti collaterali causati dall’abuso di altre sostanze. Casi isolati, ma puntualmente strumentalizzati dalla propaganda proibizionista al fine di screditare le iniziative come la nostra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here