LEE PERRY: UN ALTRO PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA ON-U SOUND

0
312

Alla veneranda età di 83 anni il geniale Lee “Scratch” Perry sembra non avere nessuna intenzione di fermarsi. Il “veteran artist” si prepara a pubblicare il suo secondo album per il 2019, “Heavy Rain” e un’intensa attività live che lo vedrà impegnato già da gennaio del prossimo anno.

Le 12 canzoni che compongono “Heavy Rain”, in uscita per il 6 dicembre da On-U Sound, è il seguito di “Rainford” uscito a giugno. Il nuovo progetto” rielabora il materiale del set precedente e introduce due nuove canzoni: “Dreams Come True” e “Above And Beyond”. Le sue canzoni sono coprodotte da Adrian Sherwood, Brian Eno, (noto per il suo lavoro con gli U2) e dal veterano trombonista Vin Gordon.

Gordon è presente nelle canzoni “Crickets in Moonlight” e “Heavy Rainford”, mentre Eno appare in “Here Come The Warm Dreads”.

Nato a Kendal, Hannover, Perry si è fatto conoscere alla fine degli anni ’60 e negli anni ’70 come produttore di musica all’avanguardia producendo alcuni degli album che sono entrati a far parte della storia della musica jamaicana. La sua etichetta Upsetter ha prodotto alcune delle canzoni più longeve del reggae, tra le quali “Small Axe” e “Duppy Conqueror” dei The Wailers; “Beat Down Babylon” (Junior Byles); e l’album, Heart of The Congos, dei The Congos.

La maggior parte delle produzioni di Perry sono state realizzate nel suo studio di Black Ark a Kingston. In attimo dei follia Perry incendiò quello studio nel 1978.

L’eccentricità di Perry gli è valsa un seguito cult in tutto il mondo. Fa ancora tournée e dischi e nel 2003 ha vinto un Grammy Award come miglior album reggae CON “Jamaican Et”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here