REGGAE GRAMMY: NESSUNA SORPRESA, VINCE ZIGGY MARLEY

ziggy marley

Nell’anno in cui tre dei sei album in lizza erano di artisti non jamaicani, il Grammy percorre sentieri tranquilli e consolidati assegnando la vittoria nuovamente a Ziggy Marley, che con questo di premi ne ha collezionati ben 8.

Il disco è quello che porta il suo stesso nome, uscito lo scorso anno e la decisione di premiarlo sta già suscitando diversi commenti critici in rete, tra chi sostiene che di reggae nelle canzoni proposte dal figlio più grande di Bob, ce ne è sempre di meno, e chi da tempo fa appelli affinché il Grammy si rinnovi e tenga conto delle ultime tendenze della musica jamaicana.

In verià prima della cerimonia tenutasi nello Staples Center di Los Angeles domenica notte, le previsioni puntavano decisamente sulla vittoria di un esponente non jamaicano, in particolare erano gli americani Rebelution e il loro “Falling Into Place” ad essere favoriti, visti anche i lusinghieri dati di vendita, che sappiamo essere sempre molto avari per i dischi reggae.

Un’altra considerazione sviluppata in questi giorni suggeriva alla commissione preposta alla scelta dell’album vincitore, a dare spazio ad una realtà come quella costituita dai Raging Fyah, in nomination con l’apprezzato “Everlasting”, così da creare un ponte virtuale tra esponenti veterani e giovani promettenti e di talento.

Ziggy Marley, con un post e una foto della sua famiglia sul profilo twitter, ha ringraziato l’Accademy e si è detto felice per questa ennesima vittoria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fa sempre bene un po di matematica !! * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.