SPICE AL TOP CON “BLACK HYPOCRISY”

0
466

La Spice che non ti aspetti, quella che colleziona per molti uno dei migliori brani reggae del 2018, ancora in vetta in tutte le classifiche specializzate.

Si chiama “Black Hypocrisy” l’ennesimo episodio di successo della sinjay jamaicana, che abbandona temporaneamente le sonorità dancehall per abbracciare caldi beat e riverberi dub e nel farlo propone un tema sempre caldo come quello del “bleaching”, ovvero la pratica sempre più diffusa tra i giovani di scolorirsi la pelle.

Spice naturalmente ci ha messo tutta l’originalità e la provocazione che sempre l’hanno contraddistinta, postando alla vigilia dell’uscita del video nello scorso mese di ottobre, una foto nella quale il colore della pelle sembrava davvero scambiato.

“Black Hypocrisy”, che fa parte del mixtape “Captured”, accende dibattiti, alimenta discussioni e soprattutto ricorda ad ognuno di essere “Proud of mi colour, love the skin that I’m in / Bun racism, demolish colourism”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here