Freddie Stork meets King Doble – Mind Your Business

0
111
Mind Your Business

Questa produzione targata Freddie Strok è la prima di una lunga serie di pubblicazioni previste per questo 2021. “Mind Your Business” nasce dalla collaborazione con King Doble, conosciuto anche per il suo “Jahman Record Shop“.

Il lavoro scaturisce dalla richiesta di Stork di avere un “Dubplate” da parte di “Bombo”, che dopo un lungo periodo di attesa realizza invece una vera e propria traccia originale. “Tune” registrata sul suo PC senza aver prima scritto un testo; registrazione One Take avvenuta nella sua base operativa di Tagliacozzo in Abruzzo. Lavoro Successivamente mixato e masterizzato in analogico all’Ex Fienile di Tor Bella Monaca a Roma, quartier generale di Freddie Stork dove nascono le sue “Music Productions”.

SUPPORT ON BANDCAMP

Il “riddim” nasceva originariamente per un Contest Remix. La cover è stata ideata da King Doble, curata e modificata da Stork stesso e dal grafico Adriano Musu.

King Doble scopre la musica Reggae a New York Verso la fine degli anni ’80. La sua passione Precedente era la musica Rap, sulle cui basi sì Divertiva a cantare i sui primi testi composti Proprio in quegli anni.

Dopo un’incredibile Esperienza in un locale frequentato esclusivamente Da afro e giamaicani, dove le coppie ballavano in Maniera armoniosa e dove un giovane toaster, agguantato il mic, volava con un raggamuffin percussivo; proprio lì, in quel momento, scattava la scintilla per Doble. Da quella notte…Reggae, Reggae, solo Reggae. Tra il 2007 e il 2010 auto-produce tre album su CD.

Nel 2009 inizia ad importare vinili per rivederli Al dettaglio; una passione che lo vede sul campo Per circa dieci anni. King Doble si concentra prevalentemente su singoli Roots e Dub, genere di cui si innamora fin dalle Prime trasferte Londinese. Nel 2010 fonda l’etichetta The fist of Jah records, con la quale produce due dischi in 7”.

Fa uscire in seguito un terzo disco firmato Jahman Record, label che prende il nome dal Negozio che ha gestito a Roma per circa tre anni. Attualmente è selecta, DJ, dub poet/singer, e rivenditore Di dischi in vinile.

Freddie Stork, Riddim Producer e percussionista Romano, cresciuto nella scena Reggae dei primi anni ’90, fatta prettamente dalle Posse e dal Raggamuffin, grazie al padre ex membro della Living in the Ghetto Band. Si avvicina nel 2015 alle produzioni Reggae/Dub dopo un decennio passato a produrre musica elettronica di vario genere, ed nel 2016 giunge al mondo della Sound System Culture capitolina.

In questi anni ha anche incominciato ad affinare le sue tecniche di produzioni nel genere, incominciando a collaborare con personaggi della capitale, ma anche giovani e grandi artisti del resto di Italia, collezionando così Dubplate con innumerevoli artisti anche internazionali.

Solo nel Giugno 2018 pubblica in suo primo lavoro dal titolo “Dub Inna Di Brain”, EP strumentale disponibile sul suo canale BandCamp, e nel Settembre dello stesso anno viene pubblicato sul primo album della Ruffnote una versione in collaborazione con PsychoDubKilla del Bubblin’ Riddim creato per un Dubplate di Don Camilo nell’estate 2016.

Dopo 2 anni dedicati interamente al proporre il suo Showcase in Festival del calibro del Bababoom, del Rockers Calore, del Reggae Bush e del Dubstone, il 2020 è un anno ricco di rilasci e di eventi importanti, ad incominciare dal quinto compleanno di Astarbene all’Ex Snia, dove si è creata la collaborazione con Sealow nella creazione di uno show mescolando i suoi riddim alle sue superbe liriche, aprendo così lo show ad un’artista come Biga Ranx, per poi dedicarsi totalmente alle produzioni rilasciando “Quarantena”, creato e pubblicato su BandCamp la prima settimana di Lockdown per il Covid-19 in Italia, e successivamente utilizzato e ripubblicato su SoundCloud per il Remix Contest di “Serious Time” di Fikir Amlak proposto da Akashik Records, mentre ad Aprile è stato pubblicato il Remix di “Virus Attack” con Lou Melodie alle liriche,

pubblicato sul BandCamp della Capra Records, sempre a sostegno dei più colpiti dal virus. Visto il cessare degli eventi live, e soprattutto grazie al supporto della enorme Astarbene Family, dopo un primo Mixtape a Marzo per la loro rubrica “Just Beat – Vibes Delivery”, nasce “Bassline Culture” programma a cadenza settimanale nel quale vengono presentate molte delle sue produzioni, collaborazioni e Dubplates, portando avanti il format tra i mesi di Aprile e Luglio. Successivamente, nei mesi tra Luglio e Settembre ha portato a termine alcuni progetti e creato nuove collaborazioni con artisti come King Doble (conosciuto per il suo Jahman Record), Sealow e Rankin Delgado, e il 5 Ottobre esce il suo secondo EP strumentale, questa volta per Bass Pirates Label, dal titolo “Arcadia”, viaggio interplanetario a bordo di una navicella spaziale fatta di misticanza, sogni idilliaci, chakra e positive vibes, disponible su Spotify, SoundCloud, BandCamp e YouTube. Il 10 Ottobre sì sono festeggiati invece i 10 anni dalla prima release elettronica, e per festeggiare tale evento sono stati rilasciati due singoli, il primo “Half Soul” su Soundcloud, traccia Dubstep composta intorno il 2014 e mai rilasciata prima, e “Lamento” su BandCamp, traccia dall’influenza Tekno con un profilo molto Steppa Dub, suonata anche in Radio FM in Francia nel programma condotto da Alex Dub denominato Culture Dub.
A Novembre è tornato su Astarbene con la sua seconda stagione “Bassline Culture”, questa volta a cadenza mensile.

Continua così a produrre nuovi riddim e collaborazioni in attesa di rilascio preservando sempre il messaggio di amore ed unità diffuso della Rasta Culture.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here