JAH SHAKA The Mighty Zulu Warrior… un ultimo Dub Salute

0
612
JAH SHAKA

12 Aprile 2023 una data che non si dimenticherà, un giorno triste per tutta la sound system community, Jah Shaka The Mighty Zulu Warrior, King of Dub ha lasciato la vita terrena per elevarsi ad una dimensione più alta.

JAH SHAKA The Mighty Zulu Warrior... un ultimo Dub Salute 2024 News

Nasce nel 1950 a Clarendon Parish in Giamaica, patria del reggae e della cultura Rastafari. Inizia la sua carriera come operator del Freddie Cloudburst Sound System, nel 1969 costruisce il proprio sound (Jah Shaka Sound System), session dopo session, intorno a lui  si crea una massive sempre piu numerosa, un movimento che viene ispirato dal suo messaggio spirituale, dal suo modo di selezionare musica, veicolando il messaggio Rasta attraverso vinili e dubplates, insieme l’utilizzo di effetti e sirene che caratterizzano il suo suono e con un potente sound system, che trasmette le vibrazioni di questa musica. Nel 1980 fonda la sua etichetta Jah Shaka Music “King Of The Zulu Tribe”, con la prima release “Jah children cry” di African Princess. Nello stesso anno usciva il film “BABYLON” diretto dal regista Franco Rosso, dove Jah Shaka interpreta se stesso, diventato una pietra miliare della cultura sound system.

JAH SHAKA The Mighty Zulu Warrior... un ultimo Dub Salute 2024 News

Jah Shaka dall’ inizio della sua carriera ad oggi, non ha mai cambiato direzione, ha portato avanti il messaggio Rastafari e la roots reggae music, una musica che con i suoi testi, trasmette al mondo la sofferenza del popolo nero, schiavitù, diritti negati, razzismo, ma anche amore, e fede. Mentre molti sound dagli anni 80′ si muovevano in direzioni diverse, proponendo altri stili musicali del reggae come la dancehall, lui è rimasto ben saldo a quei principi, a quel sound che ha influenzato poi negli anni a seguire tutti gli artisti, producers e sound system intorno al globo. In un periodo dove questa cultura veniva seguita in maniera meno assidua dal pubblico, veniva meno il concetto di Rastafari e tanti si spostavano in altri ambienti, lui era sempre li, ed ha sempre avuto una cerchia di persone che andava ai suoi eventi, che magari erano meno frequenti, ma la sua preserveranza ha fatto si che non si perdesse mai quella vibe. Con il passare del tempo ha iniziato a sperimentare suoni piu elettronici e produrre dischi con un sound caratteristico, che è poi evoluto nel suono del Dub inglese, uno stile dove lui è considerato il padre e che ancora oggi è forte e influenza tanti artisti. Sulla sua label ha pubblicato piu di 50 releases con artisti del calibro di Junior Brown, Vivian Jones, Twinkle Brothers, Horace Andy, Bim Sherman, Johnny Clarke, Max Romeo solo per citarne alcuni. Nel 1989 esce “Warrior Stance” di Dread & Fred, considerato il disco che ha aperto la strada allo stile Steppa, UK DUB. Quando venne composto dal duo inglese, con una batteria elettronica Boss, synthetizzatori Yamaha DX7 e delle percussioni, forse non sapevano che avrebbero dato il via ad un era! Stamparano 4 dubplates che diedero a Shaka, li suonò per un mese, poi li invitò alla sua session a Cheggars Hall / London, suono “Warrior Stance” nell ultima parte della selezione, dove solitamente suonava le tunes piu esclusive, venne giu tutto! La stessa sera propose a Dread & Fred di stamparlo sulla sua etichetta, il resto è storia… Ha prodotto molti artisti divenuti poi i capi saldi della scena dub internazionale come Russ D aka The Disciples nome dato proprio dallo stesso Jah Shaka, collaborando con artisti giamaicani e inglesi, ha dato la spinta a questo genere che fonde la cultura reggae della Giamaica, con i suoni piu industriali e meccanici dell Inghiltera post punk,  per questo viene considerato “The king of Dub”.

JAH SHAKA The Mighty Zulu Warrior... un ultimo Dub Salute 2024 News

Il 23 Settembre del 2000 un incendio devastò la sua casa e il suo studio, in cui riportò gravi lesioni in tutto il corpo,  fu ricoverato in ospedale, e fortunatamente riuscì a riprendersi e In contemporaneamente uscì il disco “Authentic Dubwise” Jah Shaka & The Fire house crew. Mise insieme dei dub mixes delle registrazioni che fece con la Fire House crew in Giamaica alla fine degli anni 90′ che fece mixare studio da Gussie P.

Uno dei cinque figli, Malachi conosciuto come Young Warrior, ha seguito le radici e gli insegnamenti del padre, costruendo un suo sound system e producendo alcuni riddim usciti poi su Jah Shaka Music, e portando avanti così cio che il padre a tramandato nel tempo. Le ultime release uscite sull’ etichetta, vedono la parteipazione dei producers inglesi Mafia & Fluxi e del singer Tony Tuff. Con il suo “Warrior Style” ha piantato i semi per tutti i più grandi sound che conosciamo, Iration Steppas, Aba Shanti I, Channel One, King Shiloh,  ma anche produttori come Conscious Sound, Zion Train, Vibronics e molti altri. Ha suonato i suoi set in Giappone, Stati Uniti, Europa e moltissimi altri in Inghilterra, ha partecipato ad ogni big festival internazionale che propone reggae e dub music. Oltre al reggae e i suoi sottogeneri, Jah Shaka è stato il cardine per tutte le altre sfaccettature che si crearono nella scena inglese, il Junglist style, la drum’n’bass sono state profondamente influenzati dalle sonorità del Zulu Warrior, cosi come il punk inglese come piu volte ha riferito Don Letts. In ogni session e intervista, incoraggiava i giovani a studiare, a conoscere le proprie radici, a capire come funziona questo sistema chiamato Babylon, e ai grandi a prendersi cura dei bambini, che sono il futuro dell’ umanità. Usava il microfono per diffondere messagi di ribellione, diritti per tutti, fermare il razzismo e il classismo, ricordava spesso cosa l’ uomo bianco ha fatto all Africa, portava in alto il messaggio di JAH, del culto Rastafari, creando un atmosfera mistica, piena di vibrazioni positive e momenti di riflessione durante le sue session. Poteva suonare 4-5 ore di fila danzando, cantando e veicolando il messaggio. Nel 2014 al Garance Festival prese parte ad un live con Mafia & Fluxi e Matic Horns, mixato da Adrian Sherwood, dove ha cantato i suoi classici, una grande performance piena di energia.

JAH SHAKA The Mighty Zulu Warrior... un ultimo Dub Salute 2024 News

Da lungo tempo ha fondato la Jah Shaka Foundation per svolgere assistenza con progetti in Ghana, dove la fondazione ha acquistato 7 acri (28 000 m²) di terreno ad Agri, a 48 km da Accra. La fondazione è riuscita a distribuire forniture mediche, sedie a rotelle, libri, strumenti di falegnameria, materiali da disegno e documenti a cliniche, scuole ed emittenti radiofoniche dell’area di Accra, stabilendo importanti legami con le comunità locali. (fonte Wickipedia).

Dal mio piccolo, posso dire che mi ha influenzato molto con la musica che ha prodotto, e quella che ha inevitabilmente ispirato a tutti noi nel tempo, cosi come la sua figura e il suo stile. Ho avuto modo di vedere alcune session che ha fatto in Italia e all’ estero, mi ha donato gli insegnamenti di questa cultura, ha caratterizzato i suoni che utilizzo nelle mie produzioni è stato una fonte di ispirazione assoluta. Ricordo al Manuel Dub Festival di qualche anno fa dove a fine session, all’ alba ho avuto il piacere di scambiare qualche parola con lui e gli ho donato alcuni dischi che ho prodotto, non dimenticherò mai quegli occhi e quella vibrazione forte che mi ho sentito. Non ci sono altre parole per descrivere un uomo che con devozione e attitudine ha portato a tutti noi ancora piu in alto tutto quello che è Jah music, e il messaggio che ne segue. La vità è eterna e lui rimarrà sempre qui con le sue vibes e il suo messaggio…

Have a safe journey ina Zion, king of Dub, Mighty Zulu Warrior JAH SHAKA                       Jah Blessings and guidance…

Michael Exodus

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui