KING YELLOWMAN: 35 ANNI DI “GALONG GALONG GALONG”

0
41

65 anni fa (15 gennaio del 1956) nasceva King Yellowman, uno degli artisti più iconici della musica giamaicana grazie anche ad una storia di incredibile riscatto e forza di volontà.

Per celebrarlo nel migliore dei modi riprendiamo un album uscito nel 1985, magari tra i non più quotati dell’artista ma a suo modo capace di dare un fondamentale apporto alla sua immensa discografia.

Il produttore George Phang in quegli anni collaborava con la celeberrima Taxi Gang dei gemelli del ritmo, Sly&Robbie, soliti a fornire basi che poi sarebbero diventate famose in quel periodo. Approda così nei suoi studi Yellowman, tra gli artisti più quotati e di successo, che registra così una serie di singoli e infine un album, “Galong Galong Galong”.

Dapprima il deejay aveva registrato per i fratelli Hookim e poi con Henry “Junjo” Lawes e appartengono a questo ultimo sodalizio molte delle sue più grandi hit.

Ispirandosi ad alcuni classici della musica jamaicana come “Rude Boy” dei Wailers e “Throw Mi Corn” di Larry Marshall, Sly&Robbie creano un sound del tutto speciale grazie ad una potente linea di basso e ad incisivi riff di chitarra. Yellowman si inserisce alla perfezione su queste basi e registra così tracce memorabili come la stessa title track, “Beat It”, “Cuss Cuss” e “Money Make Friend”.

Uno speciale riferimento storico lo troviamo “Reggae Get The Grammy”, visto che l’anno prima proprio il genere reggae veniva inserito come categoria del prestigioso premio. 

Tracklist:

Galong Galong Galong
Beat it
Under Mi Fat Thing
Cuss Cuss
Reggae Gets the Grammy
Throw Mi Corn
Skank Quadrille
Blow Saxophone
Money Make Friend
Bubble With Mi Thing

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here