KING YELLOWMAN: 35 ANNI DI “GALONG GALONG GALONG”

0
232

65 anni fa (15 gennaio del 1956) nasceva King Yellowman, uno degli artisti più iconici della musica giamaicana grazie anche ad una storia di incredibile riscatto e forza di volontà.

Per celebrarlo nel migliore dei modi riprendiamo un album uscito nel 1985, magari tra i non più quotati dell’artista ma a suo modo capace di dare un fondamentale apporto alla sua immensa discografia.

Il produttore George Phang in quegli anni collaborava con la celeberrima Taxi Gang dei gemelli del ritmo, Sly&Robbie, soliti a fornire basi che poi sarebbero diventate famose in quel periodo. Approda così nei suoi studi Yellowman, tra gli artisti più quotati e di successo, che registra così una serie di singoli e infine un album, “Galong Galong Galong”.

Dapprima il deejay aveva registrato per i fratelli Hookim e poi con Henry “Junjo” Lawes e appartengono a questo ultimo sodalizio molte delle sue più grandi hit.

Ispirandosi ad alcuni classici della musica jamaicana come “Rude Boy” dei Wailers e “Throw Mi Corn” di Larry Marshall, Sly&Robbie creano un sound del tutto speciale grazie ad una potente linea di basso e ad incisivi riff di chitarra. Yellowman si inserisce alla perfezione su queste basi e registra così tracce memorabili come la stessa title track, “Beat It”, “Cuss Cuss” e “Money Make Friend”.

Uno speciale riferimento storico lo troviamo “Reggae Get The Grammy”, visto che l’anno prima proprio il genere reggae veniva inserito come categoria del prestigioso premio. 

Tracklist:

Galong Galong Galong
Beat it
Under Mi Fat Thing
Cuss Cuss
Reggae Gets the Grammy
Throw Mi Corn
Skank Quadrille
Blow Saxophone
Money Make Friend
Bubble With Mi Thing

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui