DAI SELECTORS JAMAICANI UN RICHIAMO ALL’UNITA’

0
1058

Nel vasto gioco delle alleanze spesso sono loro a perderci, vittime collaterali di un fuoco non sempre amico.

Per questo i selectors jamaicani uniscono la voce e chiedono un cambiamento radicale nella scena dancehall con un ennesimo e si spera questa volta ascoltato richiamo all’unità. Essere giudicati non per la musica che selezionano ma per la loro presunta fedeltà ad un artista invece che un altro, dà vita a situazioni insostenibili al cospetto delle quali hanno deciso di dire basta. Una mortificazione alla loro libertà artistica con deejays che devono ben guardarsi da cosa passare in un determinato evento.

L’ennesimo episodio ha visto recentemente protagonista il “veteran” Tony Matterhorn colpevole di aver selezionato durante la serata dedicata al compleanno di Alkaline in Florida, pezzi di Vybz Kartel. Vendetta e la sua crew non hanno gradito facendo irruzione dietro la consolle per attaccare verbalmente il deejay, che per non esasperare gli animi ha preferito non reagire.

Un selector dovrebbe essere giudicato solo per la qualità della sua selezione e non partendo da divisioni e guerre che spesso sono presenti tra gli artisti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here