Johnny Clarke live on 48 Roots Sound System at Sottotetto – BO

    0
    138

    Data / Ora
    Date(s) - 13/04/2019
    Tutto il giorno

    Luogo
    Sottotetto Soundclub - Viadagola 16 Bologna (BO)
    APRI IN GOOGLE MAP

    Categorie


    SABATO 13 APRILE 2019

    48 ROOTS & KALYWEED proudly present:

    —————JOHNNY CLARKE——————

    THE LIVING LEGEND, THE ORIGINAL VOICE FROM JAMAICA, LIVE ON 48 ROOTS SOUND SYSTEM !!

    Sabato 13 aprile arriva in città una leggenda vivente della Reggae Music, un uomo che a bisogno di poche presentazioni, un uomo chiamato JOHNNY CLARKE…
    L’inconfondibile voce di Johnny Clarke cavalcherà i più celebri ritmi che hanno segnato la storia della musica jamaicana, per un viaggio imperdibile tra i suoi più grandi successi e le sue produzioni più esclusive…
    Il tutto amplificato dal 48 ROOTS SOUND SYSTEM, come secondo la migliore delle tradizioni made in JAM!!
    Prima e dopo il live di JOHNNY CLARKE il viaggio nell’isola caraibica continua sino al mattino, grazie alle selezioni di KALYWEED & 48 ROOTS…

    THE MIGHTY JOHNNY CLARKE, ALL THE WAY FROM JAMAICA IS COMING TO TOWN, MASSIVE ARE U READY??

    Start 23.00-till the morning light
    Entry 12 euro con tessera Sottotetto 2019 (Che ricordiamo è necessaria per tutte le serate presso il Sottotetto Soundclub…)

    — LOW-FI PROMOTION night!!–

    @ Sottotetto SoundClub, Via Viadagola 16, Bologna.
    BUS 21B fermata San Sisto, BUS NOTTURNO 20N, fermata San Sisto.

    –JOHNNY CLARKE BIO–
    Clarke crebbe nel ghetto Whitfield Town di Kingston e frequentò il Kingston College.
    Nel 1971 vinse un concorso presso Bull Bay, ottenendo un incontro con il produttore Clancy Eccles, con il quale, l’anno seguente, incise il suo primo brano musicale, God Made the Sea and the Sun.
    Il singolo non vendette molto e, deluso dalla mancanza di una corretta promozione, scelse come collaboratore Rupie Edwards, che produsse i primi successi di Johnny Clarke, Everyday Wondering e Julie (1973).
    Nel 1974, Clarke cambiò nuovamente produttore, registrando Jump Back Baby per Glen Brown, prima di iniziare una lunga collaborazione con Bunny Lee ed il suo gruppo The Aggrovators (sempre nel 1974).
    None Shall Escape the Judgement ottenne un successo immediato, tanto da diventare la title track dell’album di debutto del musicista.
    Clarke fu nominato “artista dell’anno” in Giamaica sia nel 1975 che nel 1976, e divenne uno dei cantanti più popolari dell’isola, reinterpretando i brani reggae più famosi di altri artisti.
    Molte delle canzoni di Clarke si incentrano sulle tematiche del movimento rastafari, tra cui la nonviolenza (ad esempio, in Let Go Violence) e la legalizzazione della marijuana (Legalize It).
    Aiutò a definire il periodo “Flying Cymbals”, che precedette il sound “Roots Rockers” caratteristico della seconda metà degli anni 1970.
    Clarke fu uno dei primi artisti giamaicani a firmare, nel 1976, un contratto con la Front Line (succursale della Virgin Records), pubblicando con la quale gli album Authorized Version e Rockers Time Now.
    Clarke ottenne altri successi nei primi anni 1980 assieme al produttore S. Douglas, prima di lavorare nuovamente con Lee.
    Successivamente, vista declinare la sua popolarità, il cantante si trasferì a Londra (1983), lavorando con Mad Professor, King Tubby, Errol Thompson e Prince Jammy.
    Negli anni novanta riapparve occasionalmente con del nuovo materiale originale (Rasta Nuh Fear nel 1992 e Rock With Me nel 1997), e intraprese nuove tournée con regolarità.
    Nel 2012 ha pubblicato Jamaica 50 – Sing, Then Dub Them, in occasione del 50º anniversario dell’indipendenza giamaicana.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here