Salento Far East // Heavy Hammer Sound System

    0
    258
    Mappa non disponibile

    Data / Ora
    Date(s) - 29/12/2018
    Tutto il giorno

    Luogo
    Groove - via I maggio Carpignano Salentino (LE)
    APRI IN GOOGLE MAP

    Categorie


    Il prossimo ospite del Salento Far East non farà molta strada per arrivare nella nostra yard, ma fa tantissima strada durante l’anno per rappresentare il Salento, l’Italia e l’Europa in tutto il mondo; abbiamo il piacere e l’onore di ospitare in questo evento HEAVY HAMMER SOUND SYSTEM !!

    HEAVY HAMMER SOUND SYSTEM nasce nel 1999 in Salento, la terra che molti definiscono la “Giamaica d’Italia”. Consiste in team di mcs e djs che girano tutto il mondo suonando reggae, dancehall e hip-hop music, vantano tour di serate e di sound clash in tutta Europa incluso il Regno Unito, negli Stati Uniti, in Giappone e in Giamaica. Conosciuto a livello internazionale per la grandezza della sua dubplate box e per il modo innovativo con cui si esibisce nei sound clash e nei dancehall party.
    Heavy Hammer è resident sound nella più grande yard estiva italiana, la famosa spiaggia del Mamanera Reggae Beach.
    La crew è composta attualmente da otto membri: Raffa, Gecky, Gigi, Quasta, Lep, Boris, Lele e Charly.

    L’esperienza di HEAVY HAMMER SOUND SYSTEM nei sound clash è notevole; vince per la prima volta nel 2007 al “One Shot One King” battendo a Roma il sound di casa Love Massive di fronte a 1200 persone. Diventa subito uno dei più pericolosi sound killer italiani; qualche anno dopo, nel 2010, la crew porta a casa il trofeo del “World War 3 Soundclash” a Stoccarda (Germania) battendo Deebuzz (Germania), Captain C (ex dj di Mighty Crown dal Giappone) e Ruff Pack (Svizzera); solo pochi mesi dopo rappresenta l’Italia nel clash numero 1 in Europa, il Riddim Clash, sfidando City Lock (Germania), Guiding Star (Francia), Rootsman (Canada), Poison Dart (Antigua) e Blunt Posse (Stati Uniti); dopo aver vinto tutti i round si aggiudica la coppa battendo Blunt Posse al dub fi dub; da qui inizia a girare il mondo partecipando ai clash più prestigiosi come il “Sound Fi Dead 2011” (Amazura, New York) dove perde solo al dub fi dub contro Bass Odyssey; nel 2012 è tra i sette sound che si sfidano al World Clash di Montego Bay (Giamaica) insieme a Killamanjaro (Giamaica), Bass Odyssey (Giamaica) , Black Blunt (Giamaica), Black Cat (Giamaica), Code Red (Giamaica) e Rootsman (Canada) dove perde solo in un discusso quarto round contro Bass Odyssey e Killamanjaro; nello stesso anno in estate è il primo sound Europeo a partire in Giappone per un tour di sound clash, tutti vinti, da Osaka fino a Yokohama e tante altre città; l’anno finisce con la performance al “Global Clash 2012” a Brooklyn (New York) sfidando sound del calibro di King Addies e Soul Supreme.
    Passa poco più di un anno ed Heavy Hammer è di nuovo in competizione per la “UK Cup 2014” a Londra; in questa competizione i Salentini escono di scena al dub fi dub contro Bass Odyssey, risultato molto discusso dalla massive di cui si continuò a parlare anche nelle settimane successive.
    Il soundkiller torna a rappresentare l’Europa al “Sound Fi Dead 2015” nel Bronx (New York) sfidando Bass Odyssey, Riddim Force, Camouflage e Kosmik Movements; il clash viene interrotto alla fine del terzo round quando il presentatore non è in grado di decidere con il voto della gente chi tra Heavy Hammer e Bass Odyssey deve essere eliminato. Dopo trenta minuti di stop e alcune controversie un ulteriore round da cinque minuti manda Bass Odyssey al round finale contro Riddim Force, ma il dub fi dub non è mai realmente terminato in quanto RIddim Force lascia il clash solo dopo i primi due tune ed il “Sound Fi Dead 2015” resterà così uno dei più controversi sound clash della storia del Sound System.
    Dopo un breve periodo di lontananza dalla guerra musciale i Dubplate Masters Italiani sono tornati nell’arena a marzo scorso, nella competizione europea più grande che esista attualmente, il “War Ina East” di Berlino in un testa a testa contro Warrior Sound terminato 4 a 0 per Heavy Hammer; lo scorso 4 dicembre è stato il primo sound europeo a partecipare al “Sound Clash At Sea” a bordo della “Welcome To Jamrock Reggae Cruise” contro Bass Odyssey, Reneissance e Tony Matterhorn; raggiunge il dub fi dub contro quest’ultimo, perde per 6 a 4, ma lascia un segno indelebile in questa competizione e rappresenta al meglio l’Europa del sound system culture.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here