Ras Hobo nuovo singolo “Babylon”

0
486

Era da un po’ di tempo che l’artista partenopeo -rappresentante della “vecchia guardia” nell’ambito della Rasta music italiana- non pubblicava nuovi dischi.Ras Hobo, classe ’67, vanta il primato di aver pubblicato per una major un disco in cui ha cantato senza veli di ganja, di Etiopia, dell’Imperatore Haile Selassie I JAH Rastafari e del saggio King Salomon.

Dopo la pubblicazione del singolo “No stress” nel 1999 e dell’album “Canto in uno stile I-tal” avvenuta nel 2000 per la Carosello/Universal, ha registrato vari brani che sono stati inseriti in varie compilations realizzate da Vito War per Reggae Radio Station e Steve Giant per Rasta Snob. Successivamente ha pubblicato per la Sony/V2 il singolo “Music Control” e “Un raggio di sole”. Non sono mancati nemmeno i featuring fatti al fianco di artisti come Micky Souljah, MagaDog, Junior V, Basiliski Roots, giusto per citarne alcuni. “Babylon”, questo il titolo del suo nuovo Jah work suonato in puro stile Ital-ian reggae roots, è stato pubblicato il 23 Luglio 2019, data scelta dall’artista perché fondamentale: in quel giorno del 1892 nacque Sua Maestà Imperiale Hailè Selassie I, il Cristo Tafari. Il singolo è anche stato pubblicato nella versione “Half Due Remix”.

Il testo, con chiari e forti riferimenti biblici, è un diretto attacco al marcio e degradato sistema (shit-stem) e alla Bestia che lo rappresenta, con cui ci si trova a combattere ogni giorno. Le due tracce -registrate, missate e masterizzate da Chris Lapolla presso l’Electric Town Recording Studio di Picerno (PZ)- sono state distribuite su oltre centocinquanta digital stores per conto della Suono I-tal, etichetta fondata da Ras Hobo.
I musicisti che hanno preso parte alle registrazioni sono: Chris Lapolla alle chitarre, Rocco Mastroberti al basso, Antonello Ruggiero alla batteria, Domenico Vitolo alle tastiere, Maria Carmela Paciello e Paola Pascale ai cori.

La copertina, realizzata dall’artista rasta siracusano Ras Dedo (Matteo De Domenico), è un meraviglioso e originale dipinto nell’inconfondibile stile etiope e raffigura la forza del bene che si contrappone a quella del male. A breve Ras Hobo tornerà in studio per registrare il prossimo lavoro (si tratterà di un singolo contenente le tre versioni del brano) che vedrà la luce il prossimo 2 novembre. Neanche quella data è stata scelta per caso: il disco infatti si intitolerà “The Conquering Lion” e sarà una lode al Cristo Tafari, incoronato Re dei Re in quel giorno di ottantanove anni fa.
Rastafari!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here